Come scegliere un bastone per anziani

Commenti: 0 Letture: 102

Il bastone giusto per ogni esigenza

È facile dire bastone da passeggio, ma non è altrettanto facile individuare quello giusto per le esigenze della persona anziana. Per fare la scelta opportuna è indispensabile valutare le caratteristiche della persona che utilizzerà questo ausilio che deve essere, semplice ma efficace. Il compito del bastone è quello di consentire spostamenti, sia in casa che all’esterno, garantendo una certa sicurezza nei movimenti

È molto importante, per chi è leggermente instabile sugli arti, avere un appoggio.  Le caratteristiche che delineano i vari modelli di bastone e appoggio sono molte, a partire dall'impugnatura, dalla forma, dal puntale e dal materiale con cui è costruito. Ovviamente stiamo parlando di un ausilio che fornisce un sostegno laterale che può alleviare il peso sull’arto dolente, aiuta nella camminata, ma non è adatto a persone che hanno grosse difficoltà motorie. 

L'impugnatura

Tra le caratteristiche più interessanti, troviamo le impugnature.  Queste sono importanti per consentire una maggior sicurezza. Esistono impugnature a forma di T, a manico di ombrello, anatomico chiuso o aperto. L’impugnatura deve seguire la forma della mano perché chi lo utilizza, in caso di presa sbagliata, potrebbe sviluppare una serie di dolori alla mano. La presa deve essere sicura e non forzata. 

La forma

A definire la scelta del bastone è anche l’utilizzo che ne viene fatto. Serve un appoggio che offra maggior sostegno e sicurezza? La base larga è sicuramente la più indicata. La persona che lo utilizza ha bisogno di essere facilitato nella camminata? La base larga oscillante aiuterà a sostenere e agevolerà il passo. Chi lo usa è una persona che si stanca facilmente? Un bastone leggero e resistente è il più adatto.

Sembra impensabile, ma anche al bastone possono essere aggiunti degli optional, come l’avviso acustico (posizionato nell’impugnatura e comodo da utilizzare), la luce di cortesia (intermittente o fissa) e il laccio per fissarlo al polso. Esistono anche modelli pieghevoli che possono essere riposti comodamente in valigia o borsetta.

Il puntale

Il bastone è la soluzione giusta ma se il puntale, per quanto ampio, non offre il giusto sostegno all’utilizzatore? In questi casi si può pensare ad utilizzare un tripode o un quadripode. Si tratta di ausili muniti di tre o quattro punti di appoggio, mentre la parte superiore è simile a un bastone normale. L’impugnatura può essere come classica oppure può esser munita di appoggio branchiale, che offre una maggior presa e sicurezza nel movimento. I bastoni, tripodi e quadripodi sono una valida soluzione per chi ha qualche problema di deambulazione. Sono una sicurezza in più e possono essere usati anche in coppia, per offrire una maggior stabilità. 

Il materiale 

Il materiale con cui è costruito il bastone fa una gran differenza di utilizzo. Il legno, molto elegante, non è adatto a chi è particolarmente robusto. L’alluminio anodizzato, invece, è indicato per le persone molto robuste e consente una serie di regolazioni che il legno non permette. In questo modo, il bastone, si potrà adattare meglio alle varie esigenze dell’utilizzatore. 

La regolazione è indispensabile per garantire il maggior equilibrio possibile. Se si utilizza solo come appoggio, il bastone dovrà stare vicino ai piedi, quindi dovrà essere corto. Se si utilizza per mantenere l’equilibrio, l’ausilio dovrà stare lontano dai piedi, quindi sarà regolato più lungo.

Come usarlo correttamente

Dopo averlo scelto, il bastone per avere l'effetto voluto deve essere ben proporzionato alla corporatura della persona utilizzatrice regolando l'appoggio della mano qualche centimetro oltre la testa del femore. 

In ogni modo per fare la scelta giusta e utilizzare correttamente il bastone, è sempre bene rivolgersi ad un professionista del comparto

Commenti

Lascia un commento