Come scegliere il deambulatore

Commenti: 0 Letture: 162

Deambulatore ecco quale scegliere 

Muoversi con le proprie gambe è meraviglioso ma con l’avanzare dell’età o dopo un infortunio può essere necessario un ausilio per sorreggersi e muoversi ma quale scegliere?

Deambulatore che cos’è

Il deambulatore è un ausilio che fornisce un appoggio con una presa frontale sicura, mantenendo la posizione eretta, fondamentale per la riabilitazione e per un corretto uso. La persona si sente sorretta, sicura e riesce a muoversi autonomamente. In base alle situazioni, il deambulatore può essere utilizzato per un breve lasso di tempo (per esempio per un periodo di riabilitazione) o per lungo tempo (in particolare per gli anziani che si mostrano insicuri nei movimenti).

I generale gli utilizzatori di ausili per deambulazione sono tutte quelle persone che hanno sviluppato una debolezza agli arti inferiori per cause che possono essere l’avanzare dell’età, un determinato intervento, un infortunio o una lunga degenza. 

Tipologie di deambulatori

Esistono diversi tipi di ausili per la deambulazione e per scegliere quello più adatto si devono valutare due aspetti, l’ambiente in cui viene usato e le reali capacità motorie dell’utilizzatore. Tutti gli ausili hanno caratteristiche specifiche per soddisfare ogni tipo di esigenza. 

Possiamo suddividere i sostegni per deambulazione in due gruppi deambulatori da interno quindi per un uso su superfici liscie e rollators da esterno per un uso su superfici asfaltate o sconnesse. Questi ultimi sono ideati anche per affrontare tutte le esigenze dell’esterno come trasportare oggetti o sostare, sedendosi, per riposare. Se i primi appaiono leggeri e maneggevoli, i secondi sono più stabili e consentono di affrontare qualsiasi irregolarità del terreno.

Deambulatori da interno Walker

Tra i deambulatori da interno troviamo modelli con le ruote oppure senza definiti fissi. La scelta deve essere suggerita in base all’autonomia di movimento dell’utente. L’ausilio fisso deve essere sollevato e spostato in avanti per poter effettuare il passo successivo, quindi non è adatto a chi non ha forza nelle braccia. Il vantaggio di questo ausilio è che, per alcuni modelli, è prevista un’oscillazione alternata che aiuta la camminata. Il deambulatore con le ruote, invece, offre maggior scioltezza nei movimenti, grazie alle due o quattro ruote che possono essere fisse piroettanti o con rotazione forzata. 

Un’altra caratteristica dei deambulatori da interno è legata alla capacità di sorreggersi dell’utente. L’ausilio può essere munito di impugnature imbottite poste all’altezza della vita per una maggiore presa, oppure di sostegno antibranchiale o ascellare che offre appoggio a tutto il corpo. A questo ultimo modello si possono applicare anche un sedile imbottito, barre di appesantimento o tavola imbottita posizionata all’altezza dell’appoggio. 

La sicurezza di chi utilizza il deambulatore è la condizione essenziale per la sua progettazione. Proprio per questo motivo è importante valutare il metodo di frenata dell’ausilio. I modelli con ruote sono muniti di freno a mano che arrestano le ruote piroettanti e frenano quelle fisse. 

Le caratteristiche di questi ausili sono infinite. La struttura può essere fissa o pieghevole, il materiale con cui sono costruiti può essere alluminio (più leggero) o acciaio inox (più resistente). Ultimo particolare, molto interessante da valutare, è la seduta. La seduta è fondamentale per una persona che ha difficoltà motorie. Grazie ad un sistema di bloccaggio, la seduta imbottita consente una sosta di riposo in tutta sicurezza.

Deambulatori da esterno Rollators

Cambiando completamente utilizzo passiamo ai rollators, i deambulatori utilizzati per l’esterno. Sono muniti di tre o quattro ruote, studiati per offrire maggiore stabilità e facilità nei movimenti. Gli ausili a tre ruote offrono maggior praticità di movimento, ma non sono muniti di seduta e poco adatti a persone molto robuste o particolarmente alte. I migliori in assoluto, a livello di confort e optional sono i rollators a quattro ruote. 

Anche in questo caso si deve valutare attentamente il livello di movimento dell’utente e si può optare per un appoggio con manopole anatomiche regolabili in altezza oppure appoggi antibranchiali per un sostegno maggiore del corpo. Come per i modelli da interno, non dobbiamo dimenticare l’importanza del sistema frenante. I deambulatori da esterno possono essere muniti di ruote anteriori fisse o piroettanti e, sulle ruote posteriori di freni oltre una serie di optional molto utili per la vita quotidiana al di fuori della propria abitazione come il cestino portaoggetti, il portabastone, catarifrangenti sulle ruote anteriori. E la borsa portaoggetti. Per chi desidera fare un doppio uso del deambulatore usandolo anche come carrozzina, esistono modelli muniti di seduta e pedane, in modo da poter essere utilizzato in qualsiasi condizione, anche in presenza di un accompagnatore. 

Come potete intuire, le esigenze di ogni singolo sono diverse, quindi è indispensabile individuare la giusta tipologia di deambulatore per rispondere a queste specificità.

Commenti

Lascia un commento